Vai ai contenuti
Lo scoutismo a Mirafiori non inizia col Torino 55, ma con il Torino 5, nella chiesa di San Barnaba in strada Castello di Mirafiori.
I documenti che seguono sono una memoria di quel periodo
Un particolare ringraziamento a Claudio Vindigni che ci ha trasmesso molte informazioni

1967
Le origini

1971
Si lavora alla nascita
dell' Agesci

1972
Campo estivo

Fine anni '70(?)
La prima Carta di Clan

Anni '80
Don Carlo Berrino

Dal 1985
Don Giorgio Levrino

1988
Il Torino 5 festeggia il Ventennale

2003

Ci sono anche momenti difficili. Il gruppo sembra destinato alla chiusura, poiché tutti i capi che l'avevano guidato lasciano il servizio per motivi di lavoro, di famiglia...
Resta solo Roberto Mollo, Diacono nella parrocchia San Remigio e capo in Branco, che chiama a raccolta alcuni volontari, ex capi scout e genitori di ragazzi del gruppo. Si forma una nuova comunità di 10 capi, sotto la guida sua e di Mario Aimar, già capo gruppo in anni passati.
L'Agesci riconosce la co.ca., ma non può censire i ragazzi poiché i nuovi capi non hanno ancora i requisiti di formazione richiesti. L'attività scout riprende, come "gruppo parrocchiale in stile scout" gestito dalla nuova comunità capi.
Il censimento ufficiale 2003 registra solo 10 soci: i capi.

2006

Nuovi capi - giovani e adulti - si sono uniti alla comunità.
In quest'anno viene riconosciuta e censita dall' Agesci la comunità R/S (Rover e Scolte)

2007

Viene censito il Reparto.

2007

2010

Viene riconosciuto e censito il Branco Mohwa.

2011

E' il momento di una scelta importante: viene aperto un secondo Branco (il Popolo Libero) grazie all'ospitalità ed alla collaborazione della parrocchia "Beati Parroci Albert e Marchisio".
Inizia un periodo di crescita numerica importante dei ragazzi del gruppo.
Da quel momento nel gruppo ci sono due branchi, salvo un anno (2014) nel corso del quale i due branchi sono stati uniti nel "Fiore Rosso" per la carenza di capi.
Dal 2018 il branco Popolo Libero ha scelto di chiamarsi "Roccia azzurra".

Torna ai contenuti