Vai ai contenuti

Esploratori e Guide sono ragazzi e ragazze tra i 12 ed i 16 anni.

Sono divisi in Squadriglie da 4 a 7 persone dello stesso sesso, e tutte le Squadriglie insieme formano il Reparto.  

Ragazze e ragazzi dell’ultimo anno fanno parte anche dell’Alta Squadriglia, che propone esperienze adatte alla loro età.

È il periodo più caratteristico dello scoutismo, quello dell’avventura, della realizzazione di imprese sempre nuove, della vita all’aria aperta: il momento più intenso di tutto l’anno è il Campo Estivo, che si svolge in tenda ed utilizza strutture realizzate dagli stessi ragazzi.
In questi anni i ragazzi vengono accompagnati alla scoperta del mondo e delle proprie responsabilità: la gestione del Reparto è affidata, oltre che ai Capi Reparto, al "Consiglio Capi" formato dai capi delle Squadriglie.

Il Reparto vive principalmente di attività di Squadriglia.  Ogni squadriglia ha una responsabilità importante per il funzionamento di un Reparto. In ogni Squadriglia i ragazzi assumono ruoli di responsabilità e vengono coordinati da un Capo Squadriglia e da un Vice-Capo Squadriglia.  Il compito principale di ogni Capo Squadriglia è quello di gestire in maniera ottimale le capacità di ogni componente della Squadriglia in modo da poter mettere a frutto le sue potenzialità ed aiutarlo a crescere e sviluppare tecniche e competenze.
Da un Capo ci si aspetta molto. Il Capo Reparto esigerà sempre tanto da un Capo Squadriglia e la Squadriglia avrà sempre bisogno di un Capo Squadriglia efficiente, presente, autorevole, responsabile e competente.   
In ogni Squadriglia che si rispetti questo attaccamento alla Squadriglia deve sentirsi: l'urlo di Squadriglia, la cura dell'angolo, le tradizioni di Squadriglia, i traguardi raggiunti insieme e mostrati come trofei, sono tutti motivi d'orgoglio sia per la Squadriglia, sia per il Capo che al momento del suo Passaggio in Noviziato lascia alla Squadriglia il ricordo indelebile di un percorso carico di trionfi, successi e vittorie.
Un Capo Squadriglia non chiede mai a qualcuno di fare una cosa che egli stesso non sia in grado di fare. Per questo si dice che un Capo Squadriglia non "trascina" ma "guida": e cioè che deve essere altrettanto capace quanto qualsiasi dei suoi Squadriglieri di compiere i diversi lavori a cui vengono assegnati.

Baden Powell diceva ai suoi Capi Squadriglia:
"Io desidero che voi Capi Squadriglia continuiate a formare i ragazzi della vostra Squadriglia interamente da voi, perchè vi è possibile far presa su ciascuno dei vostri ragazzi e farne tipi in gamba. Non serve a niente avere uno o due ragazzi brillanti e tutti gli altri buoni a nulla. Dovete provare a rendere tutti abbastanza buoni.
Il mezzo più efficace per riuscirci è il vostro esempio personale, perchè quello che fate voi, i vostri Scouts lo faranno anche loro.
Fategli vedere che sapete obbedire ad un ordine, sia che venga dato a viva voce, sia che consista in norme stampate o scritte e che sapete eseguirlo, che il Capo Reparto sia presente oppure no.
Mostrate loro che sapete conquistarvi Specialità e Distintivi di Classe, ed i vostri ragazzi vi seguiranno senza bisogno di tanto lavoro per convincerli.
Ma ricordatevi che voi dovete guidarli, non spingerli."


Torna ai contenuti